AGRICOLTURA DI PRECISIONE

TELERILEVAMENTO MULTISPETTRALE CON DRONE

DRONI IN AGRICOLTURA

ESPLORA L’INVISIBILE

CHE COS’É

L’agricoltura di precisione è una strategia gestionale dell’agricoltura che mira all’esecuzione di interventi agronomici tenendo conto delle effettive esigenze colturali derivate dalla considerazione che la tipologia del terreno, la sua composizione, l’illuminazione e il microclima variano nelle diverse aree di un campo in modo non lineare e non facilmente osservabile. Questi elementi, uniti ai fattori climatici dipendenti dalla stagione, determinano spesso una notevole variabilità delle condizioni fisiologiche delle piante.

Il telerilevamento multispettrale da drone consiste nell’analizzare le condizioni di salute della vegetazione tramite numerose immagini multispettrali acquisite da drone a bassa quota con un sensore specifico e tramite la realizzazione di mappe georiferite che rappresentano dettagliatamente e in modo puntuale con una scala colorimetrica le condizioni e le necessità della coltivazione.

A COSA SERVE

Grazie all’utilizzo dei droni muniti di sensori multispettrali é possibile comprendere le reali condizioni e le necessità delle piante in ogni zona del campo, in modo da poter effettuare le scelte agronomiche con la massima precisione spaziale e con la massima tempestività.

Analizzando i dati aerei, uniti se necessario ai campionamenti tradizionali, si possono migliorare la qualità e la quantità del raccolto, identificare eventuali stress biotici e abiotici e stabilire con precisione l’irrigazione e la fertilizzazione in ogni area, riducendo l’impatto ambientale e i costi di gestione.

Torna su

COME FUNZIONA

La camera multispettrale montata sul drone, acquisendo numerose immagini, é in grado di catturare la quantitá di luce riflessa dalle foglie nell’infrarosso vicino e in altre bande (rosso, verde e molte altre). Questa riflettanza corrisponde a precisie indicazioni sullo stato di salute delle piante. Rapportando queste bande tramite delle formule matematiche chiamate indici di vegetazione, é possibile ottenere moltissime informazioni sullo stato di salute della coltura, che, una volta analizzate ed elaborate, vengono mostrate tramite le mappe tematiche, utili a visualizzare con semplicità determinati parametri delle piante, come il vigore, la resa, lo stress e molto altro.

Grazie all’interpretazione delle mappe tematiche si possono ottenere delle indicazioni precise sugli interventi da effettuare in modo mirato nelle singole zone tramite le mappe di prescrizione. Queste possono essere utilizzate direttamente sui macchinari con tecnologia a rateo variabile (VRT) per intervenire in modo puntuale e totalmente automatico, ad esempio per effettuare la concimazione o i trattamenti fitosanitari.

Torna su

PERCHE’ USARE I DRONI

L’alta risoluzione delle immagini ottenute dai droni in agricoltura, la loro capacità di intervenire rapidamente e le loro caratteristiche di funzionamento pongono rimedio alle carenze dei sistemi tradizionali.

A differenza del satellite e degli aerei, con i droni spariscono i disturbi causati dal filtro prodotto dall’atmosfera e i problemi legati alla bassa risoluzione a terra che produce pixel in cui la commistione di vegetazione, terreno e ombre falsa il dato e riduce notevolmente l’efficacia e la veridicità delle analisi.

Grazie all’altissima risoluzione é infatti possibile selezionare e analizzare solamente le piante di interesse scartando tutto il resto.

Torna su

I RISULTATI

I risultati variano in base al tipo di coltivazione, alla metodologia di analisi e agli indici di vegetazione utilizzati. Alcuni esempi sono:

N

Determinazione del vigore.

 
N

Determinazione del contenuto di clorofilla totale.

 
N

Determinazione della variabilità della resa.

 
N

Individuazione dello stress idrico.

 
N

individuazione di stress dovuti alla carenza di nutrienti o all'attacco di fitopatogeni.

 
N

Realizzazione di mappe tematiche georiferite (vigore, qualitá, maturazione, resa, stato idrico...ecc.).

 
N

Realizzazione di mappe di prescrizione per la distribuzione differenziale di fertilizzanti e fitosanitari, per l’irrigazione e la raccolta e utilizzabili, inoltre, da macchinari con tecnologia VRT.

 

Esperienza

DROINWORK si avvale delle ultime tecnologie e metodologie disponibili. I nostri esperti vantano fino a 7 anni di esperienza nel campo del telerilevamento multispettrale da drone.

Professionalità

Il nostro team comprende agronomi, biologi, esperti GIS, topografi e operatori specializzati in questo settore e aggiornati sulle ultime metodologie per fornirvi il miglior servizio.

Autorizzati ENAC

DROINWORK é stata fra le prime 10 società in Italia ad essere autorizzata da ENAC (Ente Nazionale per l’Aviazione Civile) ad effettuare lavoro aereo con i droni.

Share This